NGAK MANG

Ngakmang Foundation loga

A causa dello stillicidio della cultura tibetana, per motivi storici e di rivoluzione dei confini geografici, nel 2000 i fratelli Chenagtsang fondarono il Ngak Mang Institute con l’intento di preservare dalla sparizione la tradizione dei Ngakpa e Ngakmo (il corrispondente femminile) attuando programmi di recupero dei siti spirituali, biblioteche e materiale da riferirsi a studio e raccolte degli yogi/yogini, promuovendo l’educazione ngakpa e lo studio fino ai livelli universitari dei giovani  che avessero desiderio e propensione a sviluppare alcune capacità tradizionali come la medicina tradizionale tibetana, lo studio dell’astrologia e la geomanzia, il mantra healing.

Una importante comunità di Ngakpa e Ngakmo risiede storicamente nella regione del Rebkong, in Tibet orientale (Cina) dove si trova il villaggio di Gyawo Chuia e il tempio omonimo, ove si recano periodicamente anche gli occidentali praticanti legati al Dr. Nida Chenagtsang e alla IATTM.tibet5I Ngakpa sono praticanti laici, che vivono quindi fuori dal contesto monastico, hanno famiglia e conducono vita sociale normale, lavorano nei loro villaggi e integrano le pratiche spirituali con l’attività  sociale e di mutuo aiuto prestando i loro servigi fra benedizioni, divinazioni, intercessioni con rituali e pratiche mantriche; si mantengono in salute con la pratica dello yoga Nejang medico tibetano e vita sana in accordo con le leggi della natura e dell’universo, cui sono devotamente legati in maniera interdipendente.

Vengono chiamati “gli uomini dai lunghi capelli e gli abiti bianchi” a indicare la saggezza e la pace nella pratica.  Grazie all’opera del Dr. Nida Chenagtsang anche in occidente oggi stanno formandosi alcuni praticanti Ngakpa e Ngakmo che hanno manifestato propensione karmica alla tradizione e  vanno ad aggiungersi all’azione di preservazione di una cultura autoctona e antica tanto preziosa da perpetuare per poter beneficiare quanti più esseri senzienti.

https://ngakmang.org/